Per notizie
e aggiornamenti
sulle attività
dell'associazione
è online il nuovo
blog degli Amici
della Scala.
  • progetti per la città

    Il Castello Sforzesco di Milano
    Gli Amici della Scala con l’architetto Marco Albini e Gianni Ravelli hanno ideato una mostra di dieci studi e dieci maquette per realizzare un Centro servizi e informazioni da collocare nello spazioso sottosuolo di camminamento che circonda il Castello Sforzesco di Milano servito dalla metropolitana.
    Hanno contribuito alla realizzazione la Facoltà di Architettura, Dipartimento di Scienze del Territorio del Politecnico di Milano e l’Istituto di Diritto Comparato – Scuola di Direzione Aziendale dell’Università “L. Bocconi”. La mostra e il convegno che ne è seguito hanno ricevuto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, il patrocinio della Camera dei Deputati e del Presidente del Senato, il patrocinio del Commissario Europeo al Mercato interno e il Patronato della Regione Lombardia, della Provincia di Milano, il patrocinio e la collaborazione degli assessorati alla Cultura e ai Trasporti e Viabilità del Comune di Milano.
    Il Gruppo Euriclea degli Amici della Scala ha riunito un comitato nazionale dei musei italiani a cui hanno aderito 144 personalità delle istituzioni e della cultura italiana che hanno appoggiato e approvato il progetto.
    Dagli atti del convegno è nato un libro con i progetti e gli studi, donato alla città di Milano.

  • Luci per il Castello Sforzesco di Milano                    
    Nell’autunno del 1995 gli Amici della Scala con il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura, l’Università Bocconi e l’AEM hanno dato vita al progetto “Il Castello per Milano”, con studi interdisciplinari per la creazione di un Centro Servizi e Informazioni per i musei e le biblioteche del Castello Sforzesco.
    Nel quadro di quel progetto, per circa 40 giorni, l’AEM con il prof. Marco Albini della Facoltà di Architettura ha realizzato l’illuminazione notturna dell’interno e dell’esterno del Castello.
    Anche grazie agli Amici della Scala l’illuminazione è stata ripresa per 12 giorni in occasione della presentazione degli Atti del progetto “Il Castello per Milano”.

    L'Associazione per i Musei Lombardi
    Con il sostegno della Regione Lombardia l'associazione Amici della Scala e i soci che avevano contribuito in modo determinate al progetto "Il Castello per Milano" hanno costituito l'Associazione per i Musei Lombardi, legalmente riconosciuta.
    L'Associazione per i Musei Lombardi, nata nel 1996 dagli Amici della Scala per invito dell'Assessorato alla Trasparenza e Cultura della Regione Lombardia, si interessa istituzionalmente dei problemi inerenti ai Musei Lombardi, proseguendo il lavoro iniziato con il progetto e la mostra Il castello per Milano (1995).
    Nel quadro dei servizi da rendere ai Musei Lombardi e in stretta collaborazione con l'Assessorato della Regione Lombardia, l'Associazione per i Musei Lombardi ha subito avviato la realizzazione per fasi del progetto Sicurezza per i Musei Lombardi.
    Da un seminario e dagli studi fatti nascono due documenti che rappresentano un'importante novità per quanto riguarda l'applicazione delle nuove normative sulla Sicurezza. La Regione Lombardia ha a sua volta iniziato da tempo, in collaborazione con l'Associazione per i Musei Lombardi, il monitoraggio della Sicurezza di tutte le sue sedi museali.
    L'obiettivo era quello di raffrontare le due esperienze, quella a livello nazionale e quella a livello regionale, al fine di dare a tutti i Direttori delle indicazioni chiare e precise per l'adeguamento degli insediamenti museali alla normativa.
    Da questa esperienza scaturirono due nuovi e importanti documenti per normare le problematiche studiate: le nuove Schede di rivelazione in materia di Sicurezza a cura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l’Atto di indirizzo sui criteri tecnico-scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei Musei (D. Lgs. n. 112/98 art. 150 comma 6).